BANDI ALLO SBANDO. Il CPPP va avanti.

1_saitta

Postiamo qui di seguito la lettera che abbiamo mandato all’assessore Saitta relativamente alla protesta legata ai bandi già assegnati di cui ci siamo occupati con il flash mob dello scorso 1 aprile e che abbiamo chiamato “Bandi allo sbando”.

Torino , 30/04/2015

All’Assessore Regionale alla Sanità

Antonio Saitta

Egregio Assessore,

alla vigilia della Festa dei Lavoratori, desideriamo portare alla Sua attenzione la nostra indignazione per una pratica che, per quanto consolidata, continuiamo a considerare molto grave e lesiva non solo nei confronti della categoria professionale degli Psicologi ma del generale funzionamento democratico delle istituzioni.

Essa è stato oggetto della nostra protesta avvenuta con il Flash Mob del 1 aprile scorso nel cortile dell’ASLTO1 http://www.lastampa.it/2015/04/01/multimedia/cronaca/a-torino-il-flash-mob-degli-psicologi-YTilGN2oTTnHQ4bHyssqTN/pagina.html perché ritenevamo importante portare all’attenzione dei colleghi, della stampa e dell’opinione pubblica il fenomeno. Con questa lettera desideriamo portare avanti la nostra istanza di cambiamento sottoponendola direttamente all’attenzione dell’istituzione che Lei rappresenta.

IMG_6736

Stiamo parlando della “mala prassi” di aggirare la giusta impossibilità di una nomina diretta di psicologi presso le Aziende Sanitarie attraverso designazioni camuffate da bandi.

Conosciamo il fenomeno da vicino in quanto frequentatori assidui del Servizio sanitario in qualità di specializzandi, consulenti o convenzionati. Perciò sappiamo bene che, nel migliore dei casi, questi bandi mirano ad assegnare consulenze, convenzioni o borse di studio a persone che si sono distinte soprattutto per una solerte pratica “volontaristica” svolta a proprie spese all’interno delle strutture pubbliche; pratica che riteniamo innanzitutto iniqua, dal momento che non tutti possono permettersi un tale dispendio di tempo e di denaro, e in secondo luogo insensata, dato che le qualità selezionate da tale procedura hanno più a che fare con l’attitudine personale al servilismo che non con le ricercate competenze professionali. Per di più, esiste anche il peggiore dei casi, e cioè quando il posto è un vero e proprio “favore”, elargito per distribuire prebende post- elettorali o per assicurare introiti a figli, nipoti e amici.

L’indignazione, purtroppo, non nasce con i recenti scandali all’interno della TO1 a proposito del quale abbiamo apprezzato i provvedimenti presi dal Suo assessorato nonché le dichiarazioni rilasciate ai media – un evento che ci ha indotti a formulare la richiesta di una presa in carico più complessiva del problema.

Per produrre un reale cambiamento, riteniamo indispensabile non soltanto trovare i mezzi più idonei per scoraggiare e marginalizzare una mentalità clientelare (purtroppo fortemente radicata nel nostro Paese) che lede a fondo sia la qualità che l’immagine del Servizio pubblico; chiediamo anche che sia finalmente affrontato il tema dello sblocco del turn over per gli psicologi in Sanità, dal momento che il ricatto occupazionale è un potente fattore nel promuovere servilismo o “arrembaggi” poco leciti ai posti desiderati. 

Pertanto,

chiediamo

— un incontro ufficiale con le istituzioni coinvolte, Assessorato e Comitato Zonale, con l’obiettivo di sviluppare un piano di azioni condivise ed efficaci in grado di:

— stabilire regole, non più aggirabili, che garantiscano processi di selezione più equi e trasparenti;

— riaprire la questione dello sblocco del turn over per gli psicologi.

Confidiamo nel fatto che anche Lei, Assessore, non voglia che alle nuove generazioni sia passato il messaggio che l’Italia è un Paese in cui la promozione sulla base della competenza è l’eccezione, e non la regola.

Distinti saluti,

Coordinamento Psicologi e Psicoterapeuti Piemontesi (CPPP)

Confederazione Unitaria di Base (CUB)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...