I CANDIDATI DEL CPPP – Jgor

cppp

Jgor

Sono Jgor Francesco Luceri e ho 36 anni.

Mi sono laureato in psicologia clinica e di comunità nel 2005 a Torino. Sono stato uno studente-lavoratore per necessità e ciò mi ha portato, nel 2003, a fare l’educatore in psichiatria; lavoro iniziato per caso ma portato avanti con convinzione e impegno per cinque anni. Dopo il tirocinio post lauream svolto nell’ambito dell’intercultura in cui mi sono occupato di sostegno psicologico a minori e ho lavorato nelle scuole facendo laboratori con le classi, ho percorso la strada dei concorsi con la velleità, ahimè scoperta sul campo, di iniziare a lavorare come psicologo nelle ASL. Ho scoperto sulla mia pelle che la laurea in psicologia aveva poco valore dato che quasi tutti i concorsi richiedevano come criterio la specializzazione anche per svolgere mansioni da psicologo; qui mi sono imbattuto nella prima grande delusione che mi ha riservato la psicologia. Con le pive nel sacco mi sono guardato intorno e quando la cooperativa per cui fortunatamente ancora lavoravo mi ha proposto di iscrivermi all’interfacoltà se avessi voluto continuare a fare l’educatore, ho preso la decisione della mia vita: mi sono iscritto alla scuola di specializzazione (Scuola Gestalt Torino) e mi sono licenziato; nei quattro anni della scuola ho svolto il tirocinio presso il Dipartimento di NPI di via Tamagno – Torino dove mi sono occupato essenzialmente dell’area del Tribunale (adozioni, affidi e supporto a situazioni difficili) e dell’ambito dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento. Nel frattempo sono tornato a lavorare in psichiatria ma questa volta come psicologo e seguendo il progetto IESA (Inserimento Eterofamiliare Supportato di Adulti con disturbi psichiatrici) con l’equipe di Settimo T.se. Inoltre ho continuato a fare esperienze diverse cercando di connetterle al mio interesse personale, così sono stato psicologo dell’emergenza in Croce Rossa, fornendo supporto alle squadre e intervenendo in maxi-emergenze come il terremoto a L’Aquila nel 2009; ho anche partecipato ad un progetto di intervento nelle emergenze quotidiane in collaborazione con il 118, presso un’associazione di Torino.

Attualmente sono psicoterapeuta e ho uno studio privato insieme ad altri colleghi in cui mi occupo di psicoterapia e supporto psicologico a minori e famiglie; sono Giudice Onorario presso il Tribunale dei Minorenni di Torino dal 2011 e ho cominciato da poco un progetto di intervento nell’ambito dei DSA.

Mi sono sempre impegnato in quello in cui credo e sono entrato a far parte del Coordinamento perché penso che oltre alle parole ci sia l’azione; tutti quanti sappiamo bene quali siano i problemi o i disservizi della nostra professione ma in pochi, molto pochi, ci muoviamo attivamente e uniti per proporre cambiamenti.

Mi candido alle elezioni dell’Ordine perché credo nella partecipazione attiva del singolo come strumento per influenzare l’ambiente e apportare cambiamenti, in un’ottica di responsabilizzazione personale: questo atteggiamento poco praticato all’interno della nostra categoria professionale ha creato abulia e disinteresse nei componenti facendo diventare l’Ordine, una torre d’avorio e un’istituzione sempre più scollegata dalla realtà.

Inoltre credo che noi tutti dovremmo impegnarci in un lavoro di costruzione della professione psicologica che comprende il chiarire ambiti e competenze e consente la costruzione di reti interprofessionali e rappresentatività sociale e politica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...