Vi raccontiamo il presidio di Martedì 5 Novembre

In occasione del presidio tenutosi Martedì 5 Novembre contro il rischio di licenziamento di molti Psicologi operanti nelle strutture pubbliche e del privato sociale, una delegazione del presidio, composta dal CPPP e da un collega candidato al consiglio dell’ordine degli psicologi del Piemonte con la lista “Insieme per la Psicologia” è stata ricevuta dal Consiglio Regionale. Alla delegazione (e non al presidio) avrebbe voluto partecipare anche un rappresentante della lista “Psicologi per Professione” ma non è riuscito ad esserci a causa di impegni lavorativi dell’ultima ora. La delegazione è stata ricevuta da una folta rappresentanza dei consiglieri appartenenti ai vari schieramenti politici che hanno dimostrato grande interesse verso i temi portati.

Le istanze esposte si sono focalizzate su tre punti cardine:

1.     La condizione dei colleghi che lavorano come educatori nell’ambito della salute mentale e dell’area minori che stanno perdendo il posto di lavoro, LICENZIATI IN TRONCO da un giorno all’altro e allontanati dai servizi dove, in molti casi, lavorano da anni. Le nuove gare di appalto che le ASL piemontesi stanno via via attivando, escludono molti psicologi, l’esempio è fornito dal bando sulla residenzialità leggera dell’ASL TO2, che butta fuori gli psicologi aprendo le porte ai laureati in scienze della comunicazione!

Per tale ragione la delegazione chiesto un’azione immediata di tutela occupazionale per gli psicologi attualmente occupati come educatori e per l’intera categoria.

2.     Una riflessione più ampia sul ruolo dello psicologo nei contesti quali Comunità, CSM,  nei differenti ambiti della salute mentale e dell’area minori. Gli Psicologi non possono accettare di essere esclusi proprio da questi settori in cui le loro competenze e la loro professionalità costituiscono un contributo essenziale.

3.     Rendere tangibile, nel dibattito istituzionale e politico, la situazione della professione che, nonostante la sempre maggiore necessità sociale di competenze psicologiche, è divenuta negli anni un ricettacolo di disoccupati e precari. Per tale ragione si è voluto evidenziare un concetto essenziale: più Psicologia e più Psicoterapia pubblica non costituiscono un costo aggiuntivo, ma un risparmio per le casse pubbliche (come dimostrano le ricerche e applicazioni britanniche ed olandesi), rappresentando il futuro sostenibile della salute mentale.

Il Vice-Presidente dell’Assemblea legislativa, Fabrizio Comba, ha sottolineato la centralità dei temi esposti e dato parola ai consiglieri per i quesiti atti ad approfondire le istanze portate. E’ stata fin da subito chiara la necessità di approfondire le ragioni che hanno portato l’ASL TO2 a pubblicare il bando sopra indicato senza che ci fosse stata una indicazione in tale direzione da parte della Regione, attraverso l’immediato contatto dell’amministrazione aziendale, l’approfondimento degli aspetti giuridici del bando e l’evitamento di eventuali ulteriori bandi similari. In secondo luogo la Regione ha assunto l’impegno di occuparsi dell’emergenza occupazionale individuando la strada giuridicamente più opportuna per tutelare i colleghi già occupati con mansioni educative. Infine è stata posta in questione la necessità di un ulteriore confronto interno ed esterno al Consiglio sui futuri piani di gestione degli standard organizzativi dei servizi di salute mentale territoriali.

All’incontro sono seguite numerose comunicazioni con la dirigenza da parte del Coordinamento e non solo.

Per le ragioni su esposte ci teniamo a ribadire la proficuità dell’incontro e la nostra disponibilità ad incontrare, come anche da loro richiesto e come da tempo già avviene, i differenti attori protagonisti appartenenti ad altri schieramenti della politica professionale per concordare una linea d’azione comune da portare avanti.IMG-20131106-WA0003IMG-20131106-WA0006IMG-20131106-WA0001

IMG-20131106-WA0002

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...