Articolo 1: no alla lista della spesa

Riceviamo e pubblichiamo un caloroso appello, giunto oggi sulle nostre scrivanie:

“Cari lettori,

sono l’Articolo 1 del Codice Deontologico degli Psicologi italiani, Art. 1 per gli amici.

Nasco nel 1998, orgoglioso del mio ruolo: sono il primo e da me dipende il rispetto degli altri articoli miei fratelli.

Per rinfrescarvi la memoria, io son colui che recita:

Le regole del presente Codice deontologico sono vincolanti per tutti gli iscritti all’Albo degli psicologi.
Lo psicologo è tenuto alla loro conoscenza, e l’ignoranza delle medesime non esime dalla responsabilità disciplinare.

Siccome in questi giorni tanto si parla del referendum che coinvolge me e i miei fratelli 5 e 21, ho ritenuto doveroso dire la mia.

Chi mi conosce sa che sono una garanzia per la professionalità dello Psicologo e questo è un bene anche per chi sceglie di affidarsi al suo operato.

Confesso però, che da qualche tempo a questa parte sono un po’ inquieto: dormo sonni agitati, mi giro e mi rigiro, funestato da voci di corridoio …

Per farla breve, mi è stato riferito che così com’ero non vi andavo bene, o meglio, non andavo bene al CNOP che ha deciso che non vi bastavo più.

Ma come, dico io? Dopo tutti questi anni? Cos’ è successo?! Dopo tutto quello che ho fatto per voi!!

Mi hanno detto che ero troppo generico, che c’era bisogno di aggiungere alcune precisazioni … qualcuno ha anche insinuato che dovessi “svecchiarmi”.

Sembra che adesso io debba anche dirvi:

Le stesse regole si applicano anche nei casi in cui le prestazioni, o parti di esse, vengano effettuate a distanza, via Internet o con qualunque altro mezzo elettronico e/o telematico.

Sia chiaro a tutti che non sono così vecchio da non accorgermi del tempo che passa: non vi sto certo scrivendo per rimembrare con nostalgia i vecchi tempi …

La domanda che vi pongo è questa: credevate forse che in tali ambiti non meritassi osservanza a prescindere? O per ogni possibile contesto avete intenzione di aggiungermi una frase? Cari miei, così mi farete diventare un’enciclopedia: da semplice e immediato che ero, finirò con il blaterare una solfa di casistiche …. povero me!

Vorrete forse farmi credere che quando lavorate in via telematica vi dimenticate di essere psicologi? Vi serviva proprio questa frase in più? Onestamente, mi state offendendo:e se devo dirla tutta, offendete anche voi stessi, se ritenete necessario farmi diventare una lista della spesa …

Immagine

So perfettamente che dobbiamo stare al passo coi tempi. Per questo, più che appesantirmi, vi consiglierei di applicarmi così come sono: chi mi ha scritto lo ha fatto così bene da rendermi efficace sin dagli inizi! Con o senza internet.

Non sarebbe forse meglio creare delle linee guida specifiche per questi nuovi ambiti? Mi è giunta voce che in qualche commissione se ne fosse discusso: ripartite da lì e chiaritevi.

Detto tra noi, così diventerei anche un po’ ambiguo e rischierei di essere male interpretato …

Non è mia intenzione rubarvi altro tempo: come avrete capito, sono un tipo sintetico e preciso: votate NO alla mia modifica e rimarrò tale!

Cordialmente  Vostro,

Art. 1”

In effetti, il nostro Art.1 non ha tutti i torti …

Caterina Laria

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...